Ruoli speculari

Ruoli speculari

Col placcaggio si possono invertire i ruoli di una squadra.

Nel gioco del rugby, attaccanti e difensori, sono dei ruoli speculari. In quanto tutti diventano attaccanti dal momento in cui un giocatore della squadra entra in possesso del pallone e, di conseguenza, sono difensori tutti i componenti della squadra che deve cercare di arrestare l’avanzata degli avversari.

Dal momento in cui si conquista il pallone, l’obiettivo comune è quello di attaccare, ossia di avanzare insieme per riuscire a segnare. Questo comporta un lavoro di squadra, nel quale tutti i componenti hanno il dovere di sostenersi a vicenda per conservare il possesso della palla.
Chi invece la palla non c’è l’ha, è il difensore, il suo compito è quello di placcare e recuperare l’ovale. Questa situazione obbliga tutti i componenti della squadra a giocare in modo da saper occupare gli spazi ed intervenire puntualmente per arrestare l’avanzata avversaria. L’unico pensiero del difensore è riuscire a strappare dalle mani la palla al suo avversario.

Se si riesce, i ruoli si sovrappongono. Praticamente i difensori diventano attaccanti e viceversa. Se invece non si riesce a conquistare il pallone, significa che ha vinto l’altro.

Tutto il gioco del rugby è basato sulla possibilità di avanzare. Il possesso palla senza avanzamento non serve assolutamente a niente.
Per questo, il placcaggio, diventa il gesto tecnico che più di tutti gli altri identifica l’essenza di questo sport. Con questo atto si cerca di arrestare l’avanzamento dell’attacco, un movimento fondamentale che potrebbe innescare la possibilità che la palla cambi da una squadra all’altra.

E’ quindi il placcaggio che capovolge i ruoli e gli equilibri di una partita di rugby, che riaccende la speranza, che infiamma la sfida e trasforma i difensori in attaccanti.

Ecco quindi che nel rugby, a differenza di tanti altri sport di squadra, non esistono ruoli prefissati dove un giocatore si identifica solo come difensore o attaccante. In questo sport tutti sono uguali, non ci sono differenze. Il rapporto di opposizione fra le due squadre dipende solo da chi conquista il pallone.

Post Tagged with

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti, rispettando la privacy dei tuoi dati e secondo le normative europee. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie Informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close