Rovigo Campione d’Italia dopo 26 anni

Rovigo Campione d'Italia 2015-16Meritato successo del Femi Cz Rovigo contro il Calvisano, i rossoblù possono tornare a festeggiare dopo 26 anni, mentre i campioni in carica perdono una finale dopo dieci anni: dopo quella del 2006 ne avevano disputate quattro tutte vinte.

Qualche volta capita che non sono i più forti a vincere ma i più bravi. I gialloneri bresciani hanno dovuto piegarsi alla determinazione della squadra rodigina, più che mai determinata a raggiungere la vittoria.

Il Rovigo ha vinto perché aveva gambe e testa. aiutato anche dai tifosi che hanno fornito un straordinario apporto per tutto il match.
La supremazia nelle fasi statiche ha fatto la differenza, permettendo ai padroni di casa di avere la meglio sul Rugby Calvisano che, per tutta la stagione 2015/16, ha avuto problemi di vario genere che gli hanno impedito di costruire un efficace gioco d’attacco. Limiti emersi anche nella finale giocata al Battaglini. Quando il Calvisano si è trovato in superiorità numerica ha impiegato più di sei minuti per perforare la difesa dei veneti. Nell’ultimo disperato attacco degli ospiti che avrebbe significato i supplementari, l’ennesimo errore di trasmissione come non se ne erano mai visti così tanti in un’intera stagione.

Calvisano passa il testimone al Rovigo che può ritornare a celebrare il titolo di Campione d’Italia dopo 26 anni.

Campionato italiano di Rugby 2015/2016
Femi Cz Rovigo – Rugby Calvisano 20-13

Femi Cz Rovigo: Basson, McCann, Majstoro-vic, Van Niekerk, Menon, Rodrigues, Frati (Chillon), Bernini, Lubian, Ruffolo, Parker, Ferro, Tenga (Atalifo), Momberg (Silvia), Quaglio (Balboni),
Allenatore Joe Mcdonnell.

Rugby Calvisano: Chiesa, Canavosio, Bergamo (Minori), Castello, Gabriele Di Giulio, Vlaicu, Raffaele (Surugiu), Tuivaiti (Zdrillich), Mbandà, Belardo, Beccaris (Andreotti), Cavalieri, costanzo (Riccioni), Morelli (Giovanchelli), Panico (Violi).
Allenatore Massimo Brunello.

Arbitro Matteo Viperini di Livorno.

Marcatori: pt 3’ drop Vlaicu, 14’ cp Basson, 19’ cp Basson, 33’ cp Vlaicu, st 4’ cp Basson, 9’ cp Basson, 17’ cp Basson, 25’ m McCann, 36’ m Zdrillicht, tr Vlaicu.

Cartellini gialli: 31’ st Bernini.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti, rispettando la privacy dei tuoi dati e secondo le normative europee. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie Informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close